“TRACCE DI CULTURA”: mostra “The art of the brick”

“TRACCE DI CULTURA”:

MOSTRA “THE AERT OF THE BRICK”  NATHAN SAWAYA

ALLO “SPAZIO EVENTI SET” , ROMA       dal 28 ottobre 2015-al 14 febbraio 2016

 

Una mostra davvero originale è ora allo “spazio eventi set” di Roma e si intitola “the art of the brick” dell’artista americano Nathan Sawaya, le cui opere sono tutte realizzate con i mattoncini del “lego”, giocattoli familiari a tutti, che permettono all’artista di esprimere tutta la sua fantasia, creando dei lavori davvero incredibili. La sua è una arte accessibile a tutti perché crea un approccio immediato con chi guarda, e la sua è una genialità giocosa che racconte le emozioni e gli stati d’animo di tutti, ecco perché la sua è una “arte per tutti”. In questo percorso espositivo si trovano ben 80 lavori, tutte creazioni in 3D che catturano lo sguardo perché sono “animati” quasi, come se fossero in “movimento”; colore e movimento sono infatti i punti cardini dei lavori di Nathan Sawaya che emanano luce e hanno una prospettiva davvero spettacolare. E’ una mostra che non ti aspetti, perché si crede che con i “lego” non sia possibile arrivare a tali livelli, ed invece ecco la sorpresa, l’artista ha creato dei veri “capolavori”. Si spazia così dalla riproduzione delle opere d’arte dei grandi geni come “la Gioconda”, “la Venere di Milo” e “l’urlo”, a figure umane a grandezza naturale, fino a costruzioni di grandi dimensioni come lo scheletro di un dinosauro T-rex lungo 7 metri. Tutti i capolavori sono reinterpretati con grande impegno e precisione, arrivando alla perfezione si può dire, lavori che mostrano il talento e la fantasia di Nathan Sawaya. Non bisogna dimenticare che l’elemento essenziale di questa mostra è la fantasia, unita alla meticolosità dell’artista. E’ una mostra assolutamente da vedere perché permette di entrare in un mondo fatto di colori in movimento, tutti i lavori sembrano “animarsi” allo sguardo dei visitatori, sembrano essere pronti ad uscire dal loro “punto fermo” per muoversi, una suggestione che solo il talento di Sawaya poteva esprimere. La mostra è curata da Fabio Di Gioia che spiega che questa mostra colpisce di più la fantasia degli adulti che quella dei bambini perché sembra cosa facile mettere insieme i “lego” ma poi osservando l’immenso lavoro da vicino si capisce che non è così e si comprende tutto l’enorme lavoro di spazio e prospettiva fatto da Sawaya. In questa mostra c’è tutta la genialità dell’artista che usa “il divertissement”come elemento nascosto della sua arte per esprimere la sua di arte e per esprimere la condizione umana. Un meraviglioso gioco di colori e costruzione di forme.

DANIELA MEROLA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: