“Preludio a un bacio”, storia di una rinascita

“PRELUDIO A UN BACIO”, STORIA DI UNA RINASCITA
IL quarto libro dell’attore, autore teatrale, regista e scrittore Tony Laudadio è “preludio a un bacio” edito da NNE. Un romanzo sorprendente per spunti narrativi ed intensità. Il protagonista è Emanuele che racconta in prima persona i fatti che gli accadono e, sempre in prima persona, fa le sue riflessioni su tali fatti. In questo modo Emanuele analizza tutta la sua vita, entra nei dettagli, smonta tutte le situazioni riuscendo a guardare alla sua vita con distacco, come se fosse uno spettacolo a cui lui assiste, il suo sguardo risulta ironico e sarcastico come se stesse parlando di un altro e non di se stesso. Lui guarda alla vita come ad un grande palcoscenico dove tutto può accadere.
Emanuele è un sassofonista quasi senza tetto che vive in una piccola cittadina e si arrangia a dormire in uno scantinato. Suona agli angoli delle strade e lo aiuta in questa vita buttata via Maria, giovane barista che cerca di scuoterlo dalla sua apatia. Un giorno in prossimità di Natale qualcuno lo tramortisce con un colpo in testa e gli porta via quel poco che ha: la custodia del sax e pochi spiccioli. Risvegliatosi in ospedale Emanuele si accorge che la sua apatia è scomparsa e che lui si sente pieno di forze mentali e desideroso di rimediare agli errori di un passato buttato via. Si toglie la barba incolta e racconta a Maria cosa gli è accaduto. Scossa dal racconto la ragazza lo ospita a casa sua. Emanuele si accorge così che la sua vita è cambiata perché il numero di persone che lo ascolta mentre suona aumenta sempre di più, addirittura si avvicinano a lui per chiedergli consigli di vita come se fosse un loro amico. Lui ne è sorpreso e felice e assapora per la prima volta cosa significa vivere davvero.
Ma il suo passato complicato torna a fargli visita. Durante il romanzo quindi si verrà a sapere quale legame unisce Emanuele a Maria, che rapporti ci sono tra Angela, la madre di Maria, e lui, quali sono i veri rapporti tra Emanuele e Alfredo, il padre di Maria. Le sorprese di “preludio a un bacio” sono dietro l’angolo e investiranno il lettore di una crescente curiosità per come finirà questa storia. Il tutto infatti si svelerà nel giorno delle rivelazioni, ovvero nel giorno dell’Epifania.
“Preludio a un bacio” è un romanzo bellissimo perché è la storia di una rinascita, di una rincorsa verso una felicità inafferrabile ma non per questo meno voluta e intensa. E’ questo anelito alla felicità che fa di “preludio a un bacio” un racconto struggente verso il senso di una vita intera.
DANIELA MEROLA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: